News

 

peppe mauro

Nell’ambito delle attività collaterali alla Mostra Fotografica “Sguardi non indifferenti”, a cura di Maria Pia Marroni, Giuseppe Mauro presenta “Il Brefotrofio. Vincenzo Gemito, ‘o scultore pazzo. Racconto in musica e canto per organetto”.

La “Ruota dell’Annunziata” a Napoli è nota per aver accolto, per secoli, i neonati abbandonati. Tra i suoi ospiti, divenuti illustri, c’è anche Vincenzo Gemito, scultore vissuto tra la seconda metà dell’ottocento ed i primi trent’anni del Novecento.

La rievocazione del Cantastorie, personaggio che fino agli anni ’50 intratteneva il pubblico con racconti di fatti realmente accaduti, viene recuperata da Giuseppe Mauro, polistrumentista, da decenni ricercatore di tradizioni popolari.

Accompagnandosi con l’organetto, strumento a mantice risalente alla stessa epoca di Vincenzo Gemito, “Peppino il Cantastorie” intratterrà il pubblico un po’ alla vecchia maniera, tratteggiando con parole e musica l’istituzione “brefotrofio” e le affascinanti vicende di vita di uno dei più geniali ed apprezzati scultori a cavallo tra ‘800 e ‘900.

Con l’ausilio del cartellone, che illustra con alcune immagini salienti la storia che si racconta, Giuseppe Mauro presenterà una breve produzione originale, avente a tema le toccanti vicende del brefotrofio e la romanzesca esistenza di Vincenzo Gemito, detto " ‘o scultore pazzo ".

Il cantastorie racconterà durante il percorso itinerante: ingresso di Via Annunziata – Sala antistante la Rota – Sala antistante la Sala delle Colonne.