News

18 Gennaio 2018 – La cura dei legami. Storie e contesti.

 

Locandina 18 gennaio 2018

Nell’ambito delle attività collaterali alla Mostra Fotografica “Sguardi non indifferenti”, a cura di Maria Pia Marroni, si presenta “La cura dei legami. Storie e contesti. Il centro per le famiglie Asl Na1 Centro e Comune di Napoli. Storia e prospettive di un Servizio pubblico integrato”.

I temi dell’incontro

Il Centro per le famiglie: chi eravamo e chi siamo ora, cosa facevamo ieri e cosa facciamo oggi, quali sono i programmi per il futuro: i progetti, i laboratori per genitori e figli attraverso forme d'arte, la mediazione ecc. Per questo, dopo il trasferimento dalla vecchia sede, abbiamo pensato che fosse utile una riflessione propositiva sull’'incontro con i servizi sanitari presenti all’Annunziata e con il territorio.

Scheda del servizio

Il Centro per le famiglie è un servizio integrato del Comune di Napoli e dell'ASL Napoli 1 Centro. Dal ’96 rappresenta una risorsa attiva per la promozione del benessere familiare. L'offerta d'aiuto è rivolta soprattutto a famiglie con disagi multipli e a nuclei conflittuali nei casi “difficili” di separazione e divorzio. Il Centro ha svolto negli anni -e continua a svolgere- una funzione d'osservatorio per l'attività con le famiglie, in stretta relazione con gli altri servizi territoriali, principalmente consultori familiari e servizi di base. Dialoga e s’interfaccia da sempre con il Tribunale per i Minorenni, il Tribunale Ordinario Sezioni Civili - Famiglia, e i centri socio-assistenziali territoriali, per una loro risposta sempre più adeguata nell'ambito della conflitto familiare e del sostegno alla genitorialità. Ha lavorato e lavora in collaborazione con l’UNINA, in base ad un accordo specifico con il Dipartimento Studi Umanistici – Psicologia clinica e di Comunità che ha prodotto interessanti risultati di ricerca e ha dato spazio alla formazione “sul campo” attraverso gli stage di tirocinio con moltissimi giovani laureandi e laureati in psicologia. L’attenzione al mutamento dei bisogni dei cittadini e ai cambiamenti sociali e culturali della comunità, della città è testimoniata da numerose pubblicazioni scientifiche.

Modera l’incontro la giornalista del Corriere del Mezzogiorno, Natascia Festa.

Partecipanti:    

Don Gigi Calemme. Parroco della Basilica della Ss.Annunziata Maggiore di Napoli e rappresentante della comunità religiosa, è attivo promotore d’iniziative sociali nell'ambito delle attività con i bambini e le famiglie del quartiere.

Caterina Arcidiacono. Professore ordinario di Psicologia di Comunità (UNINA), ha fondato e diretto dal 1996 al 2001 il Centro per le famiglie. Ha istituito e dirige il Master in negoziazione e mediazione familiare istituzionale UNINA.

Gabriella Ferrari Bravo. Ha promosso l’istituzione del Centro per le Famiglie e l’ha diretto dal 2001 al 2014. Psicologa psicoterapeuta, è stata giudice onorario presso il Tribunale per i minorenni di Napoli. È docente per il Master in negoziazione e mediazione familiare istituzionale UNINA. 

Francesca Laccetti. Psicologa psicoterapeuta, lavora al Centro per le Famiglie dal ’96. Ha realizzato per il CPF il programma “Matrioska” (Legge 285/’97), laboratori di “fiabazione” nelle scuole. Musicoterapista ed esperta di tecniche espressive nella clinica e nella formazione, è docente per il Master in negoziazione e mediazione familiare istituzionale UNINA.

Isabella Mele. Medico di sanità pubblica SS. Annunziata di Napoli. È particolarmente impegnata nella programmazione dell’azione preventiva nell’area “Salute Donna”.